G20 e COP26: riuscirà l’Italia nel 2021 a guidare le altre nazioni nella lotta al cambiamento climatico?

Andrea Merusi

Articolo pubblicato su “BioEcoGeo Magazine” – 05.01.2021

Nessuna nazione è in linea con gli obbiettivi di contenimento delle emissioni di gas climalteranti fissati dall’Accordo di Parigi e per l’Italia, che da inizio dicembre ha assunto la guida del G20, il 2021 sarà un anno determinante dal punto di vista geopolitico e nella lotta al cambiamento climatico.

A cinque anni esatti dallo storico Accordo di Parigi, quello che impegna i Paesi firmatari ad avviare politiche di contrasto al cambiamento climatico e arrestare l’aumento della temperatura media globale a + 1.5°C, l’Europa ha rilanciato il suo impegno a ridurre le emissioni di gas climalteranti del 55% entro il 2030.

Un impegno importante, non semplice da realizzare, ma che assume una maggiore rilevanza alla luce della recente notizia che il mese di novembre 2020 è stato il più caldo nella storia a livello mondiale. È quanto emerge dal periodico bollettino climatico…

View original post 482 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...