Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Un piano d’azione tra storia e utopia

Andrea Merusi

Articolo pubblicato sulla rivista “UNI-VERSUM” – n. 29/30 maggio 2019

Ci sono date che diventano storiche anche quando rimangono sconosciute ai più. Una di queste è il 25 settembre 2015, giorno in cui le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile e i rispettivi 17 Obiettivi di sostenibilità (Sustainable Development Goals). Ma ciò che rende storica questa data è soprattutto il fatto che con l’approvazione della suddetta agenda le Nazioni Unite hanno espresso un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale.

Questo evento non ha precedenti, non era mai successo che un organo internazionale di tale importanza giudicasse in maniera così critica l’attuale modello di sviluppo adottato dai principali Paesi industrializzati. Non era mai successo che venisse proposto un piano d’azione fatto di obiettivi, indicatori di performance (oltre 240) e target…

View original post 1.669 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...